Italian Flight Safety Association

REGOLAMENTO I.F.S.A.

 

ARTICOLATO DEL REGOLAMENTO INTERNO

 

 

 

Art. 1 – Modalità di ammissione, di cui all' Art. 9 dello Statuto:

 

1.1 - L' ammissione all' I.F.S.A. avviene previo compilazione dell'apposito modulo, identificato

 

come DOMANDA DI ISCRIZIONE o RINNOVO SOCIO, ( all. 1-2 ) in tutte le sue parti, in particolare, l' aspirante socio, deve completare il PROSPETTO INFORMATIVO RISERVATO ALLA PRIMA ISCRIZIONE.

 

Esso è necessario per valutare la compatibilità della mansione svolta come recita l' Art.1 dello Statuto stesso. Il Presidente, sentito il C. D., farà delle proprie valutazioni dichiarando :

 

L' accettazione diretta della domanda;
L' accettazione con riserva (subordinata ad ulteriore documentazione che l'interessato dovrà presentare);
La non accettazione, motivata ed inappellabile, della domanda.
1.2 - La iscrizione è valida, a tutti gli effetti, solo dopo l'accettazione della domanda da parte del Presidente.

 

1.3 - I rinnovi sono validi se effettuati entro il 30 aprile di ogni anno. Dopo tale data, sono valutate esclusivamente le domande di nuova iscrizione, tale norma viene applicata anche agli iscritti che non effettuano il rinnovo in tempo utile ( 30 aprile di ogni anno).

 

1.4 - Il rinnovo è automatico se, i nuovi e vecchi iscritti, scelgono di effettuare il pagamento della quota previo trattenuta mensile in busta paga ( opzione 3 della domanda di iscrizione/rinnovo, in allegato ); il socio che effettua la disdetta del pagamento mensile della quota non è più iscritto alla Associazione a tutti gli effetti, dalla data di effettuazione della stessa.

 

Modulistica
Modello domanda di iscrizione;
Modello domanda di rinnovo;
Modello autorizzazione trattenuta in busta paga quota mensile.

 

 

Art. 2 – Sezione, di cui all' Art. 19 dello Statuto:

 

 

2.1 - Per la costituzione di una nuova sezione territoriale e per gestire l'elezione del Segretario e dei Delegati di sezione, il Segretario del settore amministrativo del CD assume, protempore, l'incarico di Responsabile/Coordinatore e convoca la prima Assemblea di Sezione avvalendosi della collaborazione, tramite delega, anche di altro socio, per assolvere al compito di Presidente di seggio.

 

2.2 - Qualora al 30 aprile di ogni anno, la raccolta dei rinnovi e delle nuove iscrizioni non permettesse ad una sezione già costituita di mantenere il numero minimo di iscritti, come da art. 19 dello statuto, il C.D. delibera lo scioglimento della Sezione e la automatica decadenza delle relative cariche di Segretario di sezione e di Delegato di sezione in carica. Gli eventuali iscritti rimanenti, preventivamente contattati, sentiti i Segretari coinvolti, verranno inseriti dal C.D. nell'elenco degli iscritti delle sezioni territorialmente più vicine. Per la ricostituzione di una sezione precedentemente sciolta vale quanto previsto dall'art. 19 dello statuto.

 

2.3 - L'elezioni riguardanti i Delegati di Sezione alla scadenza del loro mandato, saranno curate dal Segretario di Sezione che ne coordinerà lo svolgimento, in mancanza di esso ( dimissioni anticipate o mancanza del rinnovo della quota associativa ) dal Segretario amministrativo o da Responsabile coordinatore, all'uopo designato.

 

2.4 - I Delegati di sezione hanno una durata triennale; i Delegati subentranti nel corso dei tre anni, rimangono in carica per il periodo rimanente al termine del mandato dei Delegati già eletti.

 

2.5 - La verifica annuale dei Delegati in carica, viene effettuata dal 1° maggio al 30 giugno di ogni anno sulla base degli iscritti al 30 aprile.

 

2.6 - Qualora al 30 aprile di ogni anno il numero degli iscritti della sezione fosse aumentato (compresi gli iscritti inseriti dal C.D. a seguito di scioglimento di altra Sezione) in numero tale da permettere il raggiungimento di un ulteriore multiplo/i di otto, l'assemblea ordinaria di sezione, entro il 30 giugno, elegge esclusivamente il/i nuovo/i delegato/i.

 

2.7 - Qualora al 30 aprile di ogni anno il numero degli iscritti della sezione fosse diminuito di un numero tale da determinare le condizioni numeriche per un numero inferiori di Delegati, decadono, con effetto dal 1° maggio:

 

- il Delegato eletto in data più recente; a seguire

 

- il Delegato eletto con il minor numero di voti raccolti nella Assemblea ordinaria di Sezione di riferimento (fa fede il verbale);

 

- in caso di due o più Delegati eletti nella medesima Assemblea a parità di voti, si va al ballottaggio da effettuare entro il 30 giugno.

 

2.8 - Qualora venisse convocata una Assemblea Nazionale Straordinaria prima del 30 aprile di ogni anno, saranno convocati i Delegati di Sezione che hanno partecipato alla ultima Assemblea Nazionale ordinaria/straordinaria effettuata, purché in regola con la iscrizione alla data di svolgimento della Assemblea convocata.

 

2.9 - Alle Assemblee Nazionali Straordinarie convocate dopo il 30 aprile e fino al 30 giugno, il Presidente invierà la convocazione, sentiti i Segretari di sezione, ai Delegati in carica alla data di convocazione della stessa.

 

2.10 - Possono candidarsi a Delegato di Sezione e votare, tutti i soci appartenenti alla sezione, compresi gli iscritti inseriti dal C.D. a seguito di scioglimento di altra Sezione e i nuovi soci iscrittisi tra il 30 aprile e la data di effettuazione della suddetta assemblea di sezione. Le candidature debbono pervenire, secondo i casi, al Responsabile coordinatore o al Segretario di Sezione in carica, prima dell'inizio delle procedure di voto nel corso dell'Assemblea e possono essere espresse :

 

a) - in Assemblea, se il candidato è presente;

 

b) - per iscritto, se il candidato è assente (almeno 3 giorni prima delle votazioni).

 

2.11 - Alle votazioni per la elezione dei Delegati di Sezione, ogni Socio può esprimere, al massimo, il numero di preferenze/Delegati spettanti alla relativa sezione.

 

2.12 - Il Socio, può delegare, ad altro socio della stessa sezione, la propria partecipazione alla assemblea di sezione con diritto al voto (delega scritta).

 

2.13 - Ogni socio può presentare un massimo di tre deleghe scritte;

 

2.14 - I Responsabili/Coordinatori o i Segretari di Sezione in carica provvederanno a:

 

- Individuare locali idonei allo svolgimento dell'assemblea e delle elezioni;

 

- Provvedere ad informare tutti gli iscritti dell'avvenimento e del periodo di apertura dell'urna;

 

- Raccogliere le candidature;

 

- Affiggere, all'interno dei locali dove verranno svolte le elezioni, l'elenco dei candidati a Segretario di Sezione e a Delegato di Sezione;

 

- Predisporre un numero adeguato di schede e di modelli di deleghe (secondo gli allegati), nonché l'urna;

 

- Procedere, subito dopo la chiusura, allo scrutinio in pubblico delle schede e alla compilazione del verbale di chiusura urne, con elenco votanti e risultati votazioni;

 

- Alla consegna delle Schede voto, delle Deleghe e del Verbale al Segretario amministrativo del CD, per archiviarle.

 

2.15 - In caso di dimissioni anticipate ( comunicazione scritta ) o in mancanza del rinnovo della quota associativa di un Segretario di Sezione o Delegato di Sezione, il Segretario amministrativo, dopo aver consultato i verbali delle precedenti rispettive elezioni, designerà in tale funzione il secondo dei non eletti; questi potrà accettare o rifiutare la carica: se rifiuta sarà designato il terzo non eletto, e così via, con la modalità precedentemente descritta; il nominativo del nuovo Segretario e/o del Delegato di Sezione sarà notificato al C.D.

 

2.16 - Qualora sia riscontrata la mancanza di soggetti non eletti il Segretario amministrativo, subentrerà alle predette funzioni, pro tempore, notificandolo al C.D. per poi procedere a convocare l' Assemblea di sezione per l'elezione delle cariche vacanti. Può delegare altro/i socio/i quale Responsabile coordinatore della Sezione per espletare tutte le funzioni previste.

 

2.17 – I Segretari di Sezione o i Responsabili coordinatori saranno dotati di :

 

Copia del Regolamento interno;
Copia dell'elenco iscritti ( in regola con la quota associativa );
Schede voto per l'elezione del Segretario e Delegato/i di Sezione;
Modulo Delega socio;
Moduli candidature Segretario e/o Delegato/i;
Tabulato scrutinio;
Verbale elezioni;
Nota : Tutte le figure citate nel presente articolo devono essere in regola con le quote associative dell'anno in corso.

 

 

Art. 3 – Segretari di Sezione ; di cui all'Art. 26 ( punto d ) dello Statuto:

 

 

3.1 - Il Segretario di Sezione, dal primo Gennaio di ogni anno, provvederà a riscuotere le quote sociali dei Soci che hanno scelto la opzione 1 - 2 (allegato 1), avendo cura che le Domande Iscrizione / Rinnovo, approvate dal Consiglio Direttivo, siano compilate correttamente. I moduli di autorizzazione alla trattenuta in busta paga della quota associativa, alla azienda di appartenenza, per i Soci che hanno scelto l'opzione 3, dovranno essere consegnate al Presidente congiuntamente alla Domanda di iscrizione/rinnovo.

 

3.2 - Il Segretario di Sezione provvede alla vidimazione della Tessera Associativa del Socio e fornisce al Tesoriere l'elenco aggiornato dei Soci di quella specifica Sezione ed effettua il bonifico delle quote, da versare sul c/c bancario della Associazione o consegnandole al Tesoriere che provvederà a farlo.

 

3.3 - Il Segretario di Sezione conserva e cura tutti i verbali (compresi gli allegati) di Assemblea della sezione effettuati.

 

3.4 - In caso di dimissioni anticipate ( comunicazione scritta ) o in mancanza del rinnovo della quota associativa di un Segretario di Sezione, vale quanto già espresso al precedente punto 2.15

 

Modulistica Assemblea di Sezione:

 

Modulo elenco delle candidature nella sezione ( da affiggere );
Modulo candidature a Segretario di Sezione e a Delegato/i di Sezione;
Modulo Delega socio;
Modulo di Delega per la funzione di Responsabile coordinatore dell'Assemblea di Sezione ( se occorre );
Verbale delle elezioni e tabulato scrutinio;
Schede voto per Segretario di sezione e Delegato/i di sezione.

 

 

Art. 4 – Assemblea Nazionale:

 

Modalità di Elezione delle Cariche Sociali

 

4.1 - Le votazioni sono curate dal Presidente dell'Assemblea, coadiuvato dal Segretario dell'Assemblea.

 

4.2 - Le candidature a qualsiasi carica sociale possono essere espresse :

 

Verbalmente in assemblea, se il candidato è presente;
per iscritto, se il candidato è assente.
4.3 - Le opzioni a) e b) debbono avvenire prima dell'inizio delle procedure di voto di ognuna delle elezioni. Per la opzione b) le candidature vanno consegnate al Segretario di Sezione, a cui appartiene il candidato, che le presenterà al Presidente dell'Assemblea.

 

4.4 - Per la elezione del Presidente, qualora si proceda alla votazione per scrutinio segreto, verrà utilizzata l'apposita scheda voto, sulla quale può essere espressa una ( 1 ) sola preferenza.

 

4.5 - Per la elezione dei Membri del Consiglio Direttivo, qualora si proceda alla votazione per scrutinio segreto, verrà utilizzata l'apposita scheda, sulla quale possono essere espresse max cinque ( 5 ) preferenze.

 

4.6 - Per la elezione dei Membri del Consiglio dei Probiviri, qualora si proceda alla votazione per scrutinio segreto, verrà utilizzata l'apposita scheda voto, sulla quale possono essere espresse max tre ( 3 ) preferenze.

 

4.7 - Per la elezione dei Membri del Collegio dei Sindaci, qualora si proceda alla votazione per scrutinio segreto, verrà utilizzata l'apposita scheda voto, sulla quale possono essere espresse max due ( 2 ) preferenze.

 

4.8 - Il Presidente dell'Assemblea ha il compito di redigere tutti i Verbali di elezione, ognuno distinto dall'altro, utilizzando i modelli predefiniti.

 

4.9 - La procedura standard da adottare per ogni singola elezione è la seguente:

 

Il Presidente richiede eventuali ulteriori candidature;
Il Presidente dell'Assemblea dichiara: " è aperta la procedura voto per la elezione di ............"
Elenca le candidature.
Invita i candidati a presentarsi.
Qualora si proceda alla votazione per scrutinio segreto, chiama al voto, uno alla volta, tutti gli aventi diritto al voto presenti in assemblea, consegna loro la scheda voto prevista e indica ai votanti ove inserire le schede utilizzate.
Ultimate le votazioni, il Presidente, coadiuvato dal Segretario dell'Assemblea, procede immediatamente allo scrutinio in pubblico delle schede, compila il verbale di elezione, comunica alla Assemblea i nominativi degli eletti e la graduatoria dei non eletti e dichiara: " è chiusa la elezione di ........... "

 

Modulistica per l'Assemblea Nazionale

 

1. Scheda voto per il Presidente

 

2. Scheda voto per il Consiglio Direttivo

 

3. Scheda voto per il Collegio dei Sindaci

 

4. Scheda voto per il Consiglio dei Probiviri

 

5. Verbale elezione del Presidente e tabulati scrutinio

 

6. Verbale elezione del Consiglio Direttivo e tabulati scrutinio

 

7. Verbale elezione del Collegio dei Sindaci e tabulati scrutinio

 

8. Verbale elezione del Consiglio dei Probiviri e tabulati scrutinio

 

Art. – 5 Validità, modifiche del Regolamento:

 

5.1 - Il presente Regolamento entra in vigore dalla data di approvazione da parte del Consiglio Direttivo.

 

5.2 - Le eventuali modifiche al presente Regolamento devono essere deliberate dal C.D. a maggioranza qualificata (2/3 dei suoi componenti in carica), con un minimo di quattro.

 

Il Consiglio Direttivo IFSA

 

( firmato )